BANDO LOMBARDIA: IO RIAPRO SICURO 70% A FONDO PERDUTO PER SAFE WORKING (DPI) E INVESTIMENTI

CCIAA Brescia – Bando Startup d’Impresa
23 Ottobre 2020
16 Novembre: Maggiorazione contributi per beni strumentali
19 Novembre 2020
Tutte le notizie

BANDO LOMBARDIA: IO RIAPRO SICURO 70% A FONDO PERDUTO PER SAFE WORKING (DPI) E INVESTIMENTI

27 OTTOBRE 2020 AGGIORNAMENTO: FONDI ANCORA DISPONIBILI – NUOVE TIPOLOGIE DI SPESE AMMESSE AL CONTRIBUTO!

FINALITA’

Sostenere le micro e piccole imprese lombarde che sono state oggetto di chiusura obbligatoria causa emergenza Covid-19 o che hanno deciso di introdurre il lavoro agile per tutti i dipendenti pur rientrando tra le attività consentite nei settori:

  • Artigianato
  • Edilizia
  • Manifattura
  • Commercio al dettaglio
  • Pubblici esercizi (bar e ristoranti)
  • Servizi
  • Istruzione

 

SPESE AMMESSE

Spese sostenute a far data dal DPCM del 22 marzo 2020.
L’impresa può presentare domanda DOPO aver effettuato l’investimento e ultimato i lavori di installazione.
Le spese possono rientrare nelle seguenti tipologie:

  1. NOVITA’: Ammesse nuove spese per sistemi di digitalizzazione di strutture e processi finalizzati a ridurre la diffusione dell’epidemia, cogliendo le nuove opportunità tecnologiche:
    – Strumenti, software e attrezzature destinati alla gestione del rapporto con i clienti/utenti sia in presenza che a distanza (totem interattivi, camerini e vetrine digitali, creazione e gestione catalogo…);
    – Hardware e software per migliorare la gestione del magazzino;
    Hardware (pc fisso o portatile, tablet, etc) e software per la formazione a distanza;
    Servizi di formazione per l’utilizzo di strumenti, attrezzature e software acquistati nell’ambito dell’intervento realizzato, etc.
  2. Macchinari e attrezzature per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali;
  3. Apparecchi di purificazione dell’aria, anche portatili;
  4. Interventi strutturali all’impianto di aerazione della struttura, solo se finalizzate al miglioramento della sicurezza sanitaria;
  5. Interventi strutturali per il distanziamento sociale all’interno dei locali;
  6. Strutture temporanee e arredi finalizzati al distanziamento sociale all’interno e all’esterno dei locali d’esercizio (parafiato, separé, dehors ecc.);
  7. Termoscanner e altri strumenti atti a misurare la temperatura corporea a distanza, anche con sistemi di rilevazione biometrica;
  8. Strumenti e attrezzature di igienizzazione per i clienti/utenti, per i prodotti commercializzati (es. ozonizzatori o lampade UV per sanificare capi di abbigliamento) e per gli spazi che prevedono la presenza per un tempo superiore ai 15 minuti da parte dei diversi clienti/utenti (es. vaporizzatori per sanificare camerini, cabine estetiche, aule etc.), anche in coerenza con eventuali indicazioni delle Autorità Sanitarie;
  9. Dispositivi di protezione individuale rischio infezione COVID- 19 (es. mascherine chirurgiche o filtranti, guanti in nitrile, occhiali, tute, cuffie, camici e altri DPI in conformità a quanto previsto dalle indicazioni della autorità sanitarie), nel limite di 1.000 euro per impresa;
  10. Servizi di sanificazione e disinfezione degli ambienti, nel limite di 2.000 euro per impresa;
  11. Strumenti di comunicazione e informazione (cartellonistica, segnaletica);
  12. Costi per tamponi per il personale dipendente o altri strumenti comunque suggeriti dal medico competente in conformità alle indicazioni dell’Autorità Sanitaria, nel limite massimo di 1.000 euro per impresa;
  13. Attrezzature, software e/o strumenti relativi al monitoraggio e controllo dell’affollamento dei locali;
  14. Spese di formazione sulla sicurezza sanitaria, sulle prescrizioni e sui protocolli da adottare nell’ambito dell’esercizio di attività anche in complementarietà con le iniziative che saranno attivate da altri soggetti pubblici come l’INAIL, nel limite di 2.000 euro per impresa.

Il totale delle spese di cui alla lettera 8), 9), 10), 11) e 13) non devono superare la quota massima di € 6.000.

 

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste nella concessione di un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO DEL 50% delle spese ammesse, che è da intendersi fino al 60% per le piccole imprese e 70% per le microimprese, subordinatamente all’approvazione del PDL 119 “Legge di Semplificazione 2020” che modifica l’art. 28 sexies della l.r. 34/1978.

Il contributo è concesso nel limite massimo di 25.000 €.
L’investimento minimo richiesto è pari a 2.000 €.

TERMINE PER RICHIEDERE IL CONTRIBUTO: 20/11/2020

 

CONTATTACI PER VERIFICARE SE LA TUA AZIENDA E’ IDONEA PER IL CONTRIBUTO E SE LE SPESE SOSTENUTE SONO AMMESSE.

Per fissare un appuntamento telefonico con i nostri consulenti per un check-up aziendale e analisi di fattibilità dei vari contributi attualmente in essere, idonei per la vostra azienda, vi chiediamo di contattarci:

VAI AL FORM DI CONTATTO

Utilizziamo Cookie Tecnici (essenziali per la fruizione del sito), cookies per analizzare il traffico e le statistiche di visita alle pagine del sito web oltre che a cookies di terze parti. Puoi attivare/disattivare i cookie in base alle tue esigenze.

Privacy Settings saved!
Impostazioni sui cookies

Quando visualizzi il nostro sito, potrebbero essere raccolti dati di utilizzo attraverso il tuo browser tramite cookies. Controlla da qui le impostazioni.

Questi cookies sono necessari al corretto funzionamento base del sito e non possono essere disabilitati dal sistema.

Questi cookies di sessione sono necessari per mantere funzionante le funzioni del carrello di Woocommerce. Non possono essere disabilitati.
  • wc_cart_hash_#
  • wc_fragments_#

Memorizza lo stato del consenso ai cookie dell'utente per il dominio corrente
  • CookieConsent

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi